La riedizione di Signature Chair, l'iconica seduta progettata da Frits Henningsen
Signature Chair in nero, l'iconica seduta progettata da Frits Henningsen
Un close up della Signature Chair, l'iconica seduta progettata da Frits Henningsen
Signature Chair in blu, l'iconica seduta progettata da Frits Henningsen
Signature Chair in arancio, l'iconica seduta progettata da Frits Henningsen
Products

Signature Chair dello scandinavo Henningsen: il ritorno di un’icona

Alessandro Mitola

Disegnata nel 1954, Signature Chair rappresenta il coronamento della brillante carriera di Frits Henningsen. Si tratta dell’ultimo mobile realizzato da una delle più illustri personalità del design danese del Ventesimo secolo. Il progetto nasce a partire da un piccolo modello realizzato minuziosamente con l’aiuto di plastilina e stuzzicadenti utilizzati per le gambe. Il telaio è stato sviluppato successivamente nel laboratorio del designer a Copenaghen, ed è stato sottoposto a mesi di test e modifiche, fino al raggiungimento di un risultato ottimale.

Solo 20 pezzi della Signature Chair hanno visto la luce, diventando un vero e proprio pezzo da collezione per gli amanti del design nordeuropeo. Oggi, dopo oltre settant’anni dalla nascita, l’elegante seduta dalle linee morbide e tondeggianti torna in produzione grazie a Carl Hansen & Son con struttura in massello di rovere o noce in varie finiture e con rivestimento in pelle o tessuto. Knud Erik Hansen, amministratore delegato dell'azienda danese, ha commentato così la rinnovata collaborazione: "Con il suo design davvero semplice, Signature Chair racconta la storia di un ebanista intransigente e perfezionista nella scelta dei materiali e nell'esecuzione. La sedia in molti modi riflette il culmine di una lunga carriera come designer di mobili e rinsalda la posizione preminente di Frits Henningsen nella storia del design di arredamento danese".