Oto, lo speaker in ceramica nato dalla collaborazione tra KiBiSi e il ceramista giapponese Kosho Ito - Credits: KiBiSi
Products

Oto: lo speaker in ceramica firmato KiBiSi

Giappone e Danimarca sono due Paesi geograficamente distanti tra loro ma legati da un’affinità profonda: uno gusto spiccato per l’essenzialità nel design.

A dimostrarlo ancora una volta è il sodalizio creativo fra KiBiSi, trio danese composto da Lars Larsen, Bjarke Ingels e Jens Martin Skibsted, e il ceramista giapponese Kosho Ito

Il risultato è Oto, uno speaker in ceramica analogico progettato per smartphone e realizzato artigianalmente nel Sol Levante, cosicché ogni pezzo è unico e caratterizzato da un trattamento superficiale increspato. Il design è ibrido, a metà strada tra uno strumento a fiato e una ciotola, e unisce tecnologia e tradizione conferendo all’oggetto un mood contemporaneo.

Lo smartphone si inserisce nella fessura del coperchio in legno di noce giapponese creato ad hoc al centro della cassa di risonanza, che amplifica il suono in maniera naturale e allo stesso tempo funge da docking station.  

La partnership scandinavo-giapponese è curata da Kengo Kuma per East Japan Project, progetto concepito a seguito del tragico terremoto che ha colpito il Giappone nel 2011.

Places
Airbnb: 5 case in Europa per festeggiare Capodanno
Storytelling
La storia della macchina fotografica in un cortometraggio
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Milano Design Film Festival 2019: un po’ di anticipazioni

Milano Design Film Festival 2019: un po’ di anticipazioni

Il mondo del progetto torna sul grande schermo. Dal 24 al 27 con la settima edizione della rassegna cinematografica ideata da Antonella Dedini e Silvia Robertazzi
Tra passato e futuro: Tbilisi e l

Tra passato e futuro: Tbilisi e l'architettura

La capitale delle Georgia è in piena trasformazione. E a rappresentare il volto sfaccettato della città è un mix architettonico in cui convivono edifici sovietici, architetture contemporanee e abitazioni tradizionali. Abbiamo fatto un giro tra i suoi landmark architettonici
Un rifugio in alta quota, in Norvegia

Un rifugio in alta quota, in Norvegia

A 1125 metri di altitudine, un’architettura in legno e vetro in grado di resistere alle condizioni climatiche più ostili. A firmarla lo studio di progettazione Arkitektvaerelset
Organizzare il vino: 10 portabottiglie di design

Organizzare il vino: 10 portabottiglie di design

Creare un angolo della casa dedicato alle bottiglie di vino può essere molto elegante: ecco qualche portabottiglie per dare forma a una piccola cantina di design
Scrigno Mollino

Scrigno Mollino

Tagli, ritagli e frattaglie degli archivi torinesi che custodiscono i tesori creativi di uno dei più visionari e misteriosi architetti italiani del Novecento