Lo specchio Mirage disegnato da Tokujin Yoshioka - Credits: LEMA
Products

Specchi di design per arredare la casa

Gli specchi di design rappresentano una soluzione di grande efficacia per decorare la casa.

Allo stesso tempo, se posizionati nei punti strategici sono in grado di amplificare gli spazi e porre rimedio ai problemi di luce, rendendo l’ambiente più luminoso.

Rotondi, quadrati, ovali, dalle forme astratte. Da parete, da tavolo, incorniciato, a tutta altezza: negli anni i progettisti si sono misurati con questo complemento dando vita a molteplici forme e funzioni.

Ecco la nostra selezione, rigorosamente di design, tra classici e novità, pezzi d’autore in grado conferire eleganza e impreziosire l'ambiente domestico, dalla zona giorno alla zona notte.

La serie Deadline disegnata da Ron Gilad per Cassina ha un forte legame con il mondo dell’arte. Si compone di 12 pezzi pensati per decorare la casa anche in modo funzionale. Ogni specchio è inserito in una cornice di massello di frassino naturale o tinto nero - Credits: Cassina
Raperonzolo è uno specchio da parete disegnato dagli svizzeri Atelier Oï per Zanotta. È realizzato con grande maestria artigianale e materiali pregiati: la delicata superficie riflettente è incorniciata da cinghie in cuoio intrecciato - Credits: Zanotta
Officina è uno specchio bifacciale da terra, inclinabile, disegnato dai fratelli Ronan ed Erwan Bouroullec per Magis. Di forma rettangolare e minimale, è incorniciato da una struttura in ferro forgiato, raggiunta mediante un processo che dà forma al metallo schiacciandolo fra l’incudine e il martello, una tecnica antica con una storia millenaria alle spalle - Credits: Magis
Big Round è una serie di specchi disegnata da Sabine Marcelis in collaborazione con Brit van Nerven, risultato di una continua ricerca e sperimentazione su materiali e colori. La serie è parte della collezione Seeing Glass nata nel 2013, costantemente aggiornata con nuovi pezzi - Credits: Sabine Marcelis
New Perspective Mirror di Alain Gilles per Bonaldo gioca con la profondità e la prospettiva. La particolarità di questo specchio consiste nelle linee disegnate a mano libera direttamente sulla superficie riflettente: il risultato è unico - Credits: Bonaldo
Horizon di Normann Copenhagen è uno specchio da parete che unisce funzionalità ed estetica, disegnato dalla coppia di progettisti KaschKasch. Il cuore del progetto sta nella semplicità e nella geometria, che creano un poetico gioco di riflessi - Credits: Normann Copenhagen
Citylife di Riflessi è uno specchio dalle forme geometriche con superfici specchianti inclinate. Un specchio di design dove il piano frontale si scompone nei cinque lati inclinati che formano la cornice del pentagono irregolare - Credits: Riflessi
Aura è una serie di specchi disegnata da Riccardo Dalisi per Glas Italia. Si caratterizza per la cornice convergente realizzata in cristallo laccato lucido o laccato opaco, declinata in un’ampia gamma di colori. Aura è disponibile con doppi attacchi orizzontali e verticali, mentre nella versione Big si può appendere a parete in orizzontale o verticale oppure appoggiare a terra grazie ad appositi piedini in allumino - Credits: Glas Italia
Alter Ego è uno specchio da parete disegnato da Paolo Cappello per Fiam. Si compone di due elementi specchianti di dimensioni differenti e complementari nella forma. La cornice laccata è declinata nella finitura antracite opaco e blu carta da zucchero - Credits: Fiam
Belize del giapponese Kensaku Oshiro per Ligne Roset è uno specchio a parete caratterizzato da una lastra di specchio montata su un supporto in MDF e incorniciata da una cornice in noce americano massello, che crea un intrigante gioco di pieni e vuoti - Credits: Ligne Roset
Mirage di Lema è uno specchio di forte impatto visivo. Disegnato nel 2013 da Tokujin Yoshioka è formato da più superfici riflettenti che possono essere montate in diverse angolazioni grazie a un particolare sistema di aggancio a parete. Il risultato della composizione crea un movimento fluido che dona maggiore profondità all’ambiente. - Credits: LEMA
Nato dalla collaborazione tra Moroso e Diesel, My Moon My Mirror è uno specchio in vetro con pellicola di sicurezza, argentato e serigrafato con stampa fotografica. Per portare un tocco di atmosfera lunare tra le mura di casa - Credits: Moroso
Domino Mirror è una specchiera firmata Molteni nata dalla matita del milanese Nicola Gallizia. È realizzata in vetro argentato da appoggiare a terra con telaio perimetrale d’acciaio nella finitura cromo lucido - Credits: Molteni
Diego Vencato e Marco Merendi hanno disegnato per Agape uno specchio che prende ispirazione da una goccia di metallo fuso. In realtà è realizzato da esperti artigiani del vetro e prevede un trattamento industriale di “metal coating” che rende la superficie riflettente quando la sorgente luminosa interna è spenta - Credits: Agape
Psiche è uno specchio da appoggio firmato Antonio Citterio per Maxalto. La struttura è realizzata in trafilato di acciaio cromato lucido e bronzato o vernicato nichelato. Dalla camera da letto alla zona giorno, Psiche è un complemento di grande pregio in grado di rimandare la luce e dilatare lo spazio - Credits: Maxalto
Pepe Marble Mirror è una famiglia di specchi firmata da Studiopepe per MENU ispirata allo stile italiano fine anni Cinquanta. La struttura è in marmo, nelle varianti bianco, verde e nero - Credits: MENU
Francoise Ghost di Kartell è una serie di specchi da parete in due dimensioni di forma rettangolare, design di Philippe Starck. Gli specchi pensati per essere trasparenti, trasparenti colorati e riprendono i colori dei vetri di Murano, creando un forte effetto di profondità e di ricchezza. Da appendere sia sul lato orizzontale che su quello verticale - Credits: Kartell
News
Japanese Joinery: ipnotizzarsi con la falegnameria giapponese
News
Riapre la Rose Reading Room della New York Public Library
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Essere e tempo

Essere e tempo

Trasparenze evanescenti, sfumature naturali e pensieri fluttuanti scanditi da orologi e accessori importanti. Sono attimi sospesi per giocare con i dettagli preziosi del momento
I quadri di Marc Chagall a Mantova

I quadri di Marc Chagall a Mantova

In concomitanza con il Festivaletteratura, dal 5 settembre, Palazzo della Ragione ospita oltre 130 opere tra cui il ciclo completo dei 7 teleri dipinti da Chagall nel 1920
Una notte al Joshua Tree, in California

Una notte al Joshua Tree, in California

Un’oasi di pace dove godere di uno scenario mozzafiato nel bel mezzo del deserto, tra rocce scolpite e cieli stellati. Ecco Folly dello studio Cohesion
Itinerari enoartistici: Art of the Treasure Hunt

Itinerari enoartistici: Art of the Treasure Hunt

Nel Chianti, sei cantine vinicole ospitano dipinti, sculture e installazioni site-specific. Un percorso suggestivo alla scoperta delle eccellenze della regione e dei nuovi interpreti dell'arte
Sulla torre di Gio Ponti

Sulla torre di Gio Ponti

Sobrio, elegante. Innovativo, ma in armonia con il contesto. A Milano, il primo grattacielo italiano ha un’anima swing e segna l’ultima collaborazione tra Lancia e Ponti