La Superleggera con seduta imbottita colorata - Credits: Cassina
La Superleggera con seduta imbottita colorata - Credits: Cassina
La Superleggera rivestita con tessuto Boxblocks dell’artista olandese Bertjan Pot, per celebrare i 60 anni della collaborazione tra Cassina e Gio Ponti - Credits: Cassina
La Superleggera nella versione laccato nero - Credits: Cassina
La Superleggera in frassino laccato bicolore bianco e nero - Credits: Cassina
Fiat 1100 con fornitura di sedie 699 - Credits: Archivio Storico Cassina
Products

I 60 anni della Superleggera di Gio Ponti

La sedia 699 progettata da Gio Ponti nel 1957, entrata nella storia come Superleggera, non è mai uscita di produzione.

Riconosciuta dallo stesso architetto e designer milanese come uno dei suoi tre capolavori, insieme al grattacielo Pirelli a Milano e la Concattedrale di Taranto, è considerata un pezzo da collezione che unisce solidità e leggerezza. Pesa appena 1,7 kg e si solleva con un dito.

Ancora oggi la sedia 699 Superleggera è prodotta nel reparto falegnameria di Cassina di Meda, nel cuore della Brianza. Il legno viene lavorato con l’aiuto dei macchinari più moderni, ma restano invariati alcuni passaggi altamente artigianali, l’incollaggio, la levigatura e l’assemblaggio.

Il modello classico in frassino naturale, laccato nero o bianco con seduta in canna d’India, è accompagnato da alcune varianti provenienti dalla produzione di Cassina degli anni Cinquanta con seduta imbottita colorata in pelle o tessuto sfoderabili, insieme alle versioni speciali come il modello con struttura laccata bicolore bianca e nera disegnato per le esposizioni e mai messa in produzione.

Per celebrare i 60 anni di questa icona del design, quest’anno Cassina presenta un’inedita variante che va ad arrichire il catalogo. Si tratta di un’edizione limitata di 60 pezzi con struttura rossa e seduta in una versione rielaborata del tessuto Boxblocks dell’artista olandese Bertjan Pot.

Milano Design Week
5VIE art+design, le novità della quarta edizione
Products
Fornasetti e Comme des Garçons, tra design e moda
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Lontano dalle grandi città, ecco gli appuntamenti con l'arte contemporanea da non perdere
Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

In spiaggia, in montagna o tra un'avventura e l'altra, abbiamo selezionato qualche novità da gustarsi durante le ferie estive
Le piscine abbandonate del Regno Unito

Le piscine abbandonate del Regno Unito

Il fotografo Gigi Cifali ne ha ritratte decine: il risultato è un progetto fotografico che racconta le trasformazioni sociali dell'ultimo secolo
Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Fukasawa è il designer giapponese che pratica la semplicità. Nelle sue forme equilibrate non esistono eccessi, solo quello che è necessario. In trentotto anni di carriera ha reinventato sedie, divani, mobili, lampade, congegni elettronici, telefoni. Il suo obiettivo? Migliorare con i suoi progetti la vita di tutti i giorni, attraverso un design “giusto”
Ad Amatrice la Casa del Futuro firmata Stefano Boeri

Ad Amatrice la Casa del Futuro firmata Stefano Boeri

Un polo di innovazione sostenibile dedicato ai giovani: ecco il progetto di recupero e rifunzionalizzazione del Complesso Don Minozzi