AC 01, la sveglia disegnata da Jasper Morrison per Punkt
Optic, la sveglia disegnata da Joe Colombo per Alessi
BNC004, la sveglia disegnata da Dieter Rams e Dietrich Lubs e Braun per Braun
TS522D+, la radiosveglia disegnata da Marco Zanuso e Richard Sapper per Brionvega
Cifra 3, la sveglia disegnata da Gino Valle per Solari - Credits: Solari
Products

Cinque sveglie che hanno fatto la storia design

Se il risveglio mattutino è un dramma, per renderlo meno traumatico basta scegliere la sveglia giusta. Come prima cosa, via smartphone e tablet dal comodino: spazio a una sveglia vera, analogica o digitale a seconda delle preferenze. Eccone cinque, tra le più iconiche mai progettate.

Minimale ed intramontabile. AC 01 disegnata da Jasper Morrison per Punkt unisce semplicità e funzionalità, rendendo piacevole il risveglio. Si attiva a occhi chiusi ed è dotata di un anello luminoso che segna il quadrante, realizzato in vetro antigraffio e montato all’interno di un corpo in alluminio che ne garantisce la durata nel tempo.

Optic, la sveglia disegnata da Joe Colombo nel 1988 per Alessi, è tornata da poco in commercio. Si tratta di un pezzo storico disegnato da uno dei più importanti maestri del design nostrano, disponibile nelle sobrie colorazioni bianco o nero, con pallini al posto dei classici numeri e lancetta dei secondi a contrasto color rosso.

La più tradizionale tra le sveglie. Bianca, grigia o nera. Design vintage e nuove funzionalità. Braun BNC004, progettata nel 1971 da Dieter Rams e Dietrich Lubs per Braun, è stata arricchita dall’azienda tedesca di una nuova ed interessante funzionalità: il voice control. La sveglia si controlla con voce, quindi è possibile disattivarla o attivare la funzione snooze senza doverla cercare a tentoni nel buio.

Prodotta da Solari dalla fine degli anni Sessanta, design di Gino Valle, Cifra 3 è una sveglia analogica a cifre con meccanismo a rulli, con lettering studiato ad hoc dal maestro della grafica Massimo Vignelli. Un’icona del design Made in Italy entrata a far parte della collezione permanente del MoMA, recentemente rimessa in produzione dall'azienda udinese per la gioia di tutti gli amanti del design.

Un grande classico del design. La Radio Cubo TS522D+ di Brionvega nasce nel 1963 per opera di Marco Zanuso e Richard Sapper ed è un vero oggetto cult. Oggi l’azienda milanese la ripropone con nuovi colori e nuove funzionalità, rendendola più moderna e versatile: bluetooth, radiosveglia e telecomando. Offre la possibilità di collegare il proprio smartphone e creare playlist personalizzare, per cominciare la giornata con il piede giusto.

News
A Milano la prima libreria Taschen: un omaggio all'arte italiana
News
Il Museo Ettore Fico riceve il premio Architetture Rivelate
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Zaha Hadid Architects reinterpreta un classico di Hans J. Wegner

Zaha Hadid Architects reinterpreta un classico di Hans J. Wegner

La celebre seduta firmata dal progettista danese nel 1963 si rifà il look, optando per un connubio di pietra e compositi in fibra di carbonio
Garage Morelli è il più bel parcheggio del mondo


Garage Morelli è il più bel parcheggio del mondo


Si trova a Napoli, per la precisione nel quartiere di Chiaia, ed è costruito all’interno di una cava di tufo su sette livelli
Chip Kidd: noi, in questo mondo di (super)eroi

Chip Kidd: noi, in questo mondo di (super)eroi

Un’ossessione da collezionista per Batman. E per i mobili di Eileen Gray. Il più acclamato designer editoriale al mondo rivela le sue passioni e ispirazioni
Un laboratorio aperto all’Asilo Sant’Elia di Como

Un laboratorio aperto all’Asilo Sant’Elia di Como

L’architettura firmata dal progettista comasco Giuseppe Terragni ospita le opere di 18 giovani artisti. Per un solo giorno: giovedì 19 luglio dalle 16.00 alle 22.00
Design hotel a Firenze 


Design hotel a Firenze 


Nei pressi della Fortezza da Basso, M7 Contemporary Apartments mette insieme il comfort di una casa e i servizi dell’hotellerie tradizionale