La riedizione della poltrona con poggiapiedi Giulia - Credits: Ph. Andrea Ferrari
La riedizione della poltrona con poggiapiedi Giulia - Credits: Ph. Andrea Ferrari
La riedizione del tavolino basso Gio - Credits: Ph. Andrea Ferrari
Products

Tacchini riedita due icone di Gianfranco Frattini

Tacchini riscopre due classici del design italiano firmati da Gianfranco Frattini nel 1957. Stiamo parlando di due progetti che rendono omaggio al maestro Gio Ponti e alla moglie Giulia: una poltrona e un tavolino.

La poltrona con poggiapiedi Giulia riprende il progetto originale, tutt’oggi attuale nelle forme e nello spirito: un connubio di bellezza, comfort e armonia nelle forme. La scocca, dalle forme eleganti e avvolgenti, poggia su una base in legno di frassino tinto noce scuro o grigio.

Il tavolino basso Gio, vincitore del Compasso d’Oro 1957, esprime un’idea di rigore razionalista e di eleganza raffinata. È caratterizzato da una struttura lineare in legno e da un piano bifacciale in frassino tinto noce scuro o grigio da un lato, oppure in laminato giallo, grigio e blu acciaio dall’altro.

News
A Parigi un’oasi di benessere firmata Aesop
News
Atmosfere scandinave a New York
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Lontano dalle grandi città, ecco gli appuntamenti con l'arte contemporanea da non perdere
Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

In spiaggia, in montagna o tra un'avventura e l'altra, abbiamo selezionato qualche novità da gustarsi durante le ferie estive
Le piscine abbandonate del Regno Unito

Le piscine abbandonate del Regno Unito

Il fotografo Gigi Cifali ne ha ritratte decine: il risultato è un progetto fotografico che racconta le trasformazioni sociali dell'ultimo secolo
Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Fukasawa è il designer giapponese che pratica la semplicità. Nelle sue forme equilibrate non esistono eccessi, solo quello che è necessario. In trentotto anni di carriera ha reinventato sedie, divani, mobili, lampade, congegni elettronici, telefoni. Il suo obiettivo? Migliorare con i suoi progetti la vita di tutti i giorni, attraverso un design “giusto”
Ad Amatrice la Casa del Futuro firmata Stefano Boeri

Ad Amatrice la Casa del Futuro firmata Stefano Boeri

Un polo di innovazione sostenibile dedicato ai giovani: ecco il progetto di recupero e rifunzionalizzazione del Complesso Don Minozzi