Cartesio outline, design Elena Salmistraro per cc-tapis
Cartesio outline, dettaglio, design Elena Salmistraro per cc-tapis
Cartesio, dettaglio, design Elena Salmistraro per cc-tapis
Cartesio, design Elena Salmistraro per cc-tapis
Óm, design Federica Biasi per cc-tapis
Products

I nuovi tappeti cc-tapis disegnati da Elena Salmistraro e Federica Biasi

cc-tapis torna con una nuova linea di tappeti annodati a mano da artigiani in Nepal nata dal sodalizio con due giovani designer italiane: Elena Salmistraro e Federica Biasi.

La collezione sarà ufficialmente presentata l’anno nuovo in occasione delle prossime fiere internazionali IMM Cologne, in programma dal 15 al 21 gennaio, e Maison&Objet, dal 19 al 23 gennaio.

Elena Salmistraro, miglior designer esordiente premiata con il Salone del Mobile.Milano Award 2017, ha realizzato una collezione ispirata a Flatlandia, il racconto fantastico a più dimensioni, scritto dal reverendo Edwin A. Abbott nel 1884. Il tappeto realizzato dalla progettista milanese è fatto di triangoli, linee, cerchi e quadrati colorati che si sovrappongono, incontrano e scontrano. La collezione ha una doppia anima: una più materica e ruvida, per il modello Cartesio Outline, e l’altra più soffice, sobria e tenue, per la versione Cartesio

Per cc-tapis, Federica Biasi, designer scelta da Andrea Branzi per il progetto Rising Talents Awards di Maion&Objet, ha disegnato il tappeto Ómprendendo ispirazione da una notte passata a Merzouga, in Marocco. Nelle sue parole: «Vorrei che attraverso questo tappeto le persone riuscissero a portare all’interno delle loro case un deserto notturno, viaggiando con la mente anche solo per qualche minuto, sdraiandosi nel proprio salotto per riposarsi o anche solo per respirare, come facevano gli Illuminati, che si ritiravano nel deserto per la loro meditazione».