Credits: Genni, disegnata da Gabriele Mucchi nel 1935 per Zanotta
Credits: LC4, disegnata da Le Corbusier nel 1928 e prodotta da Cassina nel 1965
Credits: LC4, disegnata da Le Corbusier nel 1928 e prodotta da Cassina nel 1965
Credits: LC4, disegnata da Le Corbusier nel 1928 e prodotta da Cassina nel 1965
Credits: MR Chaise, disegnata da Ludwig Mies van der Rohe per Knoll
Credits: MR Chaise, disegnata da Ludwig Mies van der Rohe per Knoll
Credits: Genni, disegnata da Gabriele Mucchi nel 1935 per Zanotta
Credits: Lounge chair 43, disegnata da Alvar Aalto nel 1937 per Artek
Credits: Landscape '05, disegnata da Jeffrey Bernett nel 2005 per B&B Italia
Credits: Landscape '05, disegnata da Jeffrey Bernett nel 2005 per B&B Italia
Products

Tendenze: 5 chaise longue d’autore evergreen

Alessandro Mitola

Esiste un complemento d’arredo in grado di trasformare radicalmente la zona living. A metà strada tra una sedia e un divano, la chaise longue instilla stile ed eleganza agli ambienti, diventandone protagonista. Linee morbide, design moderno e comfort, è una seduta must have: ne abbiamo selezionate tra le più iconiche che hanno conquistato gli amanti del design.

Capostipite della famiglia delle contemporanee chaise longue, LC4 è una vera icona intramontabile del design. La seduta, firmata da Le Corbusier nel 1928 e resa celebre da Cassina nel 1965, rappresenta la chaise longue per antonomasia, una macchina per il riposo, così come la definì l’architetto svizzero. L’inconfondibile design della LC4 coniuga equilibratamente purezza geometrica e corporeità, grazie alla sua struttura basculante si adatta perfettamente alle forme del corpo per mantenere una posizione ottimale.

Un altro grande classico è la MR Chaise firmata da Ludwig Mies van der Rohe per Knoll. La scelta dei materiali utilizzai per la seduta è stata ispirata dal maestro del Bauhaus Marcel Breuer, mentre le forme si rifanno alle sedie a dondolo del XIX secolo. È una chaise longue ad inclinazione variabile caratterizzata da  struttura in acciaio cromato lucido con cinghie in cuioio e imbottitura con cuscini in pellame di qualità.

Genni, progettata dal designer torinese Gabriele Mucchi per Zanotta nel 1935, è un esempio riuscito di eleganza e comodità, dato dal contrasto tra i materiali utilizzati. È una chaise longue con scheletro in acciaio cromato o verniciato e molleggio su spirali, regolabile su due posizione: lo schienale in pelle, dotato di poggiatesta, è inclinabile a seconda delle esigenze di postura. Per un maggiore comfort Genni è abbinabile al pouf, che consente di distendere completamente le gambe.

La Lounge chair 43, progettata dall'architetto finlandese Alvar Aalto nel 1937 per Artek, disegna curve morbide ed ergonomiche che richiamano le forme del corpo. Il telaio è realizzato in betulla laccata naturale ed è abbinato a diverse finiture della seduta: trama in lino o con cinte in pelle nera.

Disegnata da Jeffrey Bernett e prodotta da B&B Italia nel 2005, Landscape '05 è una chaise longue definita da una grammatica essenziale che dona leggerezza alla seduta. Landscape ’05 poggia su una struttura realizzata in tubolari d’acciaio con poggiatesta dotato di magnete, regolabile a piacimento. Nel corso degli anni è stata arricchita da una serie di dettagli per aumentarne il comfort: bracciolo e dondolo.

Places
Refettorio Ambrosiano: un punto Caritas all'insegna del bello
Storytelling
Tendenze: quando un tocco dorato fa stile
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Il nuovo store di Camper a Barcellona, firmato da Kengo Kuma

Il nuovo store di Camper a Barcellona, firmato da Kengo Kuma

Si trova sul Passeig de Gràcia ed è caratterizzato da un particolare sistema di nicchie composto da elementi ceramici simili alle tegole
Fruit Exhibition: a Bologna torna la fiera dell

Fruit Exhibition: a Bologna torna la fiera dell'editoria indipendente

La settima edizione della fiera internazionale dedicata all’editoria d’arte indipendente. Da venerdì 1 a domenica 3 febbraio
Pierre Charpin: "Il mio modo di lavorare parte dall’intuizione"

Pierre Charpin: "Il mio modo di lavorare parte dall’intuizione"

Designer, artista, scenografo parigino, con una versatilità creativa che si nutre del disegno e del colore. Negli anni 80 incontra il design italiano e inizia a creare oggetti, senza mai pensare alle mode e alle pubbliche relazioni. Ma soltanto alle forme funzionali
I giovani talenti di Maison&Objet da tenere d’occhio

I giovani talenti di Maison&Objet da tenere d’occhio

Dopo l’Italia è la volta della Cina. Ecco i nomi dei Rising Talent dell’edizione invernale della rassegna parigina
Caragh Thuring e l

Caragh Thuring e l'arte del tartan

La Thomas Dane Gallery di Napoli festeggia il suo primo anniversario con una personale dell'artista belga Caragh Thuring, che ha orchestrato una riflessione sui significati del tartan tra Napoli e la Scozia. L'abbiamo intervistata