Credits: Industrial Facility
Products

The Ode Lamp, le lampade poetiche e minimali di Herman Miller

The Ode Lamp nasce dallo studio dei comportamenti umani più istintivi e dalla voglia di mettere al mondo un oggetto che racchiude la forza di un’idea.

The Ode Lamp è semplicità poetica che si eleva per uno scopo: illuminare con classe per far fronte all’atavica necessità dell’uomo di fuggire dal buio.

Nato dal lavoro dello studio inglese Industrial Facility per l’azienda leggendaria Herman Miller, il progetto consiste in una famiglia di lampade LED di varie altezze e misure, in grado di adattarsi agli ambienti e alle superfici e declinare, con estrema eleganza, la luce in forma.

Per scrivanie, tavoli o free-stand per pavimenti, in bianco o in nero, dotata di una luce soffice che non infastidisce e che assolve egregiamente il compito di Sam Hecht e Kim Colin, i due designer che hanno partorito The Ode Lamp: lavorare sull’istintiva attrazione dell’essere umano nei confronti della luce.

Credits: Industrial Facility
Credits: Industrial Facility
Credits: Industrial Facility
Places
FoodLoft, lo spazio di Simone Rugiati firmato Panzeri
Milano Design Week
10 eventi da non perdere al Fuorisalone 2016
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Milano Design Film Festival 2019: un po’ di anticipazioni

Milano Design Film Festival 2019: un po’ di anticipazioni

Il mondo del progetto torna sul grande schermo. Dal 24 al 27 con la settima edizione della rassegna cinematografica ideata da Antonella Dedini e Silvia Robertazzi
Tra passato e futuro: Tbilisi e l

Tra passato e futuro: Tbilisi e l'architettura

La capitale delle Georgia è in piena trasformazione. E a rappresentare il volto sfaccettato della città è un mix architettonico in cui convivono edifici sovietici, architetture contemporanee e abitazioni tradizionali. Abbiamo fatto un giro tra i suoi landmark architettonici
Un rifugio in alta quota, in Norvegia

Un rifugio in alta quota, in Norvegia

A 1125 metri di altitudine, un’architettura in legno e vetro in grado di resistere alle condizioni climatiche più ostili. A firmarla lo studio di progettazione Arkitektvaerelset
Organizzare il vino: 10 portabottiglie di design

Organizzare il vino: 10 portabottiglie di design

Creare un angolo della casa dedicato alle bottiglie di vino può essere molto elegante: ecco qualche portabottiglie per dare forma a una piccola cantina di design
Scrigno Mollino

Scrigno Mollino

Tagli, ritagli e frattaglie degli archivi torinesi che custodiscono i tesori creativi di uno dei più visionari e misteriosi architetti italiani del Novecento