La sede di Fantini, a Pella (Novara), sulle sponde del Lago d’Orta. Rinnovata da Piero Lissoni nel 2018. - Credits: Foto: Simone Bossi
Miscelatore AA/27 di Michael Anastassiades, della linea Aboutwater, nata dalla partnership tra Boffi e Fantini. - Credits: Foto: Federico Cedrone
Uno scorcio del Fantini headquarters, azienda che dal 1947 realizza rubinetti d’autore. - Credits: Foto: Simone Bossi
Storytelling

Fantini: progettare seguendo il ritmo del lago

A Pella, sulle sponde occidentali del lago d’Orta, da più di 70 anni Fantini realizza rubinetti d’autore noti in tutto il mondo. Un design dal tocco gentile, la ricerca sui materiali e il know how artigianale caratterizzano i prodotti di quest’azienda fondata nel 1947 – oggi alla seconda generazione con Daniela Fantini alla guida – considerata a pieno titolo tra le Fabbriche del Design Italiano.

Il “genius loci” lacustre e l’amore per il territorio ispirano ogni progetto. A partire dalla sede stessa dell’azienda rinnovata da Piero Lissoni nel 2018: un’architettura essenziale, in cemento e vetro, con grandi finestre panoramiche. Che sembra appartenere a questo luogo da sempre, inserendosi nel paesaggio con raffinatezza e garbo: peculiarità che ritroviamo in Casafantini/Lake Time, boutique hotel 5 stelle, sempre firmato da Lissoni, con nove camere e due suite. Un buen retiro da cui godersi il ritmo lento del lago.

Inserita tra le imprese “Altagamma”, Fantini considera il rubinetto come un gioiello che va a definire l’ambiente bagno avvalendosi dell’interpretazione di designer con linguaggi espressivi differenti. Se la serie pop e colorata I Balocchi di Davide Mercatali e Paolo Pedrizzetti è l’icona del brand, negli anni collezioni come Manovella di Enzo Mari, Venezia e Nice di Matteo Thun e Antonio Rodriguez, Icona di Vincent van Duysen e le linee di Naoto Fukasawa e Michael Anastassiades tra le altre, hanno creato un ampio ventaglio di stili e possibilità.

Oggi Fantini è un fiore all’occhiello del made in Italy, con un successo internazionale consolidato da un export in oltre 50 paesi. Tra le tappe: il modello Calibro nella collezione permanente del MoMA; gli showroom di Milano, New York e Mosca; 100 Fontane: Fantini for Africa, progetto di CSR che ha portato alla costruzione di un acquedotto in Burundi.