Credits: Cover La natura del parafulmine - Courtesy Lorenzo Palmeri
Storytelling

Il sogno di Lorenzo Palmeri tra musica, teatro e design

Architetto, attivo anche nei campi del design, dell'art direction, dell'insegnamento, della composizione e produzione musicale, Lorenzo Palmeri ha pubblicato il terzo album lo scorso mese di ottobre. Distribuito da Artist First, per l’etichetta MetatronLa Natura del Parafulmine include nove brani e testimonia l'attitudine dell'autore a ricorrere alla combinazione tra musica e parole per tratteggiare «ricordi, idee, scenari, desideri, emozioni». Più recente è la pubblicazione del video che accompagna Un sogno, sul quale abbiamo sollecitato l'artista in prima persona.

Come nasce l'intuizione di adottare le immagini delle iconiche marionette giganti dei Royal de Luxe di Nantes per questo video?
È un'idea di Stefano Meneghetti, l'autore del video, che ha colto uno dei possibili aspetti di questa canzone e dimostrato, in più di un senso, di essere dotato di istinto profetico.

Il desiderio e l’attesa di un abbraccio definiscono la dimensione concettuale del brano. Alla luce della condizione di distanziamento fisico che l'umanità sta forzatamente sperimentando in queste settimane, quale ulteriore messaggio credi possa veicolare Un sogno?
Credo che Un sogno parli della necessità di essere sé stessi, trovarsi, inseguirsi. Dico credo perchè questa è la mia lettura che, trattandosi di una canzone, diventa un suggerimento e vale come quella di qualsiasi altro. Il sogno di cui si parla corrisponde a una tensione virtuosa, a domare la paura, alla speranza coltivata per un'evoluzione positiva. L'avvicinarsi a sé potrebbe corrispondere ad una delle buone possibilità di questo periodo.

Concentrandoci proprio su queste settimane di quarantena, come stai impiegando il tuo tempo? Quale eventuale impulso ritieni che potrà dare questa esperienza, sperimentata dalla collettività ma vissuta in forma marcatamente individuale, al tuo lavoro interdisciplinare?
Studio, scrivo, disegno, riprendo attività sospese e rimandate da tempo, sto con la famiglia, faccio la spesa, cerco di sentire gli amici. Penso a quale può, potrà e dovrà essere il mio contributo di progettista in questa rinnovata
situazione.

Cosa puoi anticiparci in merito alla tua prossima opera? 
Ci sono tanti progetti sospesi o in uscita: una mostra sui miei lavori, i concerti, la bottiglia in vetro dell'Acqua Chiarella, gli occhiali W-eye, un Ukulele, la collaborazione con Vicentina Marmi, con Stone Italiana, con la Fondazione Castiglioni, con Baby guest e altri ancora. Tutti avranno qualche nuovo significato, una nuova riverberazione di senso e qualche pensiero aggiunto o tolto. Questo per dirti che non so ancora quale sarà la mia prossima opera, che sapore avrà e cosa avrà da dire. La sto cercando.

Ecco il video: