Chain Loveseat : raro divanetto anni 50 a due posti con gambe a spillo in acciaio. Reinterpretato con seduta in velluto rosso e struttura in pied de poule bianco e nero oversize.
Camo Club Chair: poltrona in noce dei primi '900 laccata nera e rivestita con tessuto mimetico. Schienale con bottoni vintage.
Mannequin: manichini retrò vestiti di bottoni e bigiotteria vintage.
Bright Britannia Camo: poltrona antica rivestiita a mano con una combinazione di velluto rosso, bandiera UK e tessuto canvas mimetico blu. Borchie singole in ottone battute a mano con spirale in rilievo.
Poltroncina veneziana dei primi del '900; lo schienale è rivestito con foulard vintage di Hermés, seduta in bouclé e struttura in velluti brillanti. Il piccolo cuscino è realizzato con lo stesso foulard abbinato al velluto in tinta e fissato alla sedia con catena dorata.
Boudoir Hermés: dettaglio dello schienale interamente decorato a mano con bottoni e bijoux vintage.
Picture Post Chester: autentico cassettone in noce primi '900, interamente rivestito di pubblicità originali dai giornali Picture Post degli anni '50 della Gran Bretagna.
Storytelling

Luxury style: Goshhh!!!

Un marchio particolare che è un’esclamazione di stupore: Goshhh!!!. «Arriva da un’espressione di mia madre, indonesiana/olandese d’origine, ma che da anni vive a Londra: usa "gosh” come intercalare durante le discussioni. Quando cercavamo il nome, ci è sembrata subito la parola giusta per dar vita a questa nuova avventura», a parlare è Lydia, titolare assieme al suo compagno Luca del nuovo marchio neo-nato.

L’esperienza di lei nel settore della moda unita alla passione di entrambi per la ricerca di tessuti, dettagli e mobili dimenticati, vintage o antichi, ha creato dal nulla questa idea di trasformare gli arredi, per farli diventare pezzi unici in grado di raccontare una storia.
«Per esempio abbiamo rinnovato una poltrona d’epoca rivestendola con foulard vintage di Hermès. Alcuni manichini invece sono stati interamente ricoperti con bottoni e bijoux vintage, scelti a uno a uno da noi e poi applicati».

La conoscenza di Lydia, acquisita durante gli anni in cui ha lavorato nella moda, ha influenzato molto le loro creazioni, sempre in linea con le tendenze in termini di tessuti e colori. Ma anche di lavorazioni artigianali: alcuni velluti utilizzati da loro, sono introvabili in Italia. Non a caso definiscono i loro arredi "Furniture Couture”, caratterizzati da lavorazioni sartoriali e da un’attenzione quasi maniacale nei dettagli.

Nascono così pezzi unici dove ogni particolare è stato studiato e ricercato con passione.

Goshhh!!! si rivolge a un pubblico alla ricerca di complementi che possano valorizzare l’ambiente dando un tocco di unicità. «I nostri pezzi non devono arredare tutta la casa. Ma solo affiancarsi a un arredamento esistente, donando un senso di preziosità o anche, a volte, d’ironia».

Come nella poltrona Easy rider Club Chair, dove il blu elettrico dello schienale fa da cornice a un teschio oversize con cuciture in contrasto; o nella poltrona Camo Club Chair dei primi del ‘900, sdrammatizzata con tessuto mimetico.

«Anche quando siamo in vacanza non riusciamo a fermarci: ci interessa andare alla scoperta di nuovi arredi, tessuti o accessori che possano ispirarci. Per questo, ovunque andiamo, ci piace girare nelle periferie o nei mercatini sconosciuti: è proprio lì che, in genere, troviamo le cose giuste e insolite per realizzare i nostri prodotti», racconta Luca.

Nessun mobile è uguale a un altro: ogni pezzo racchiude la passione e la cura con cui sono stati ideati, che si svela nell’osservare ogni singolo dettaglio.

«A volte facciamo un po’ fatica a staccarci dalle nostre creazioni: sono parte di noi, li abbiamo cercati, recuperati, rivestiti con tessuti e accessori che abbiamo scoperti durante nostri viaggi. Difficile lasciarli andare…», raccontano entrambi.

Ma dopo ogni realizzazione, Lydia e Luca sono già alla ricerca di nuove ispirazioni. E si entusiasmano sempre per ogni nuova scoperta. «In un negozio dimenticato su un’isola del Caribe abbiamo trovato dei mobili in ferro battuto meravigliosi...!».

E siamo sicuri saranno i protagonisti delle future proposte del duo creativo.

News
Sbarca su Netflix la serie per appassionati di design
News
Il mondo di Mario Bellini in mostra
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
A Treviso una mostra sul tema del riuso


A Treviso una mostra sul tema del riuso


Un percorso espositivo che indaga il rapporto che intercorre tra arte, oggetti d’uso comune e scarti. Dal 27 ottobre al 10 febbraio 2019


A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber

A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber

Nella disputa tra regola e libertà, pubblico e privato, proprietà e condivisione, l’architetto di Antivilla sceglie da che parte stare. Perchè è nella interazione che risiede la bellezza del progetto
LightHenge illumina Milano Fall Design Week

LightHenge illumina Milano Fall Design Week

Per tutta la durata del mese di ottobre, l’installazione di suoni e luci firmata da Stefano Boeri per Edison illumina piazza XXV Aprile
Una mostra affronta il tema della riqualificazione delle periferie

Una mostra affronta il tema della riqualificazione delle periferie

Si intitola "Metropoli Novissima" e sarà visibile fino al prossimo 15 novembre presso il complesso Monumentale di San Domenico Maggiore di Napoli
Riflessioni sul presente: Brera Design Days

Riflessioni sul presente: Brera Design Days

Una settimana di incontri, talk, workshop e mostre sul rapporto tra design, politiche urbane, grafica e industria 4.0. Cosa vedere e perché