Pierre des Rêves, di Panaria Ceramica, prende spunto dalle pietre naturali.
I marmi della linea Delight di Lea Ceramiche (in foto la versione venato bianco) sono selezionati tra i più pregiati al mondo.
La linea Pietra d’Iseo di Cotto d’Este riprende il Ceppo di Gré, pietra lombarda usata per palazzi e monumenti storici di Milano.
Storytelling

Panariagroup: seguendo l’idea vincente

Da oltre 45 anni leader nella produzione di superfici ceramiche per interni e esterni, gres porcellanato e maxi lastre a spessore ridotto, Panariagroup si ispira al principio: “un ambiente da abitare e da rispettare”. I prodotti dell’azienda sono innovativi e ultrasottili – fino a un terzo delle piastrelle tradizionali – in grado di abbattere l’impatto ambientale grazie a un impiego ridotto di materie prime, acqua e energia, e a una riduzione delle emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera. Prodotti pensati per la qualità della vita. La ceramica, infatti, è igienica e durevole, già per sua natura. Nasce da materie prime naturali, riciclabili come sottofondo di superfici stradali o edifici. Inoltre, i prodotti sottili possono essere posati senza dover eliminare i materiali esistenti e riducendo al minimo i residui di scarto.

A portare il Gruppo nella direzione della sostenibilità è stata l’idea che una responsabilità di impresa in grado di contenere gli impatti del settore edile fosse quantomai necessaria. Un dovere morale che ha spinto Panariagroup alla ricerca di nuovi materiali e tecnologie e, grazie a un impegno costante, alla realizzazione di prodotti dedicati a un vivere sano. Come la linea di pavimenti e rivestimenti Protect che, con un vero e proprio scudo incorporato nel prodotto ceramico, è in grado di eliminare il 99,9% dei batteri. Alla ricerca si affianca l’innovazione tecnologica che, trasformando la natura del materia prima, ne amplia le potenzialità di impiego. Si entra nel mondo delle grandi opere. Dal Bosco Verticale, manifesto dell’architettura green milanese, all’aeroporto di Doha; dalla terrazza Torre Prada a Milano al Terminal 4 del Changi Airport di Singapore e, per finire, il progetto Vatican Chapels, primo padiglione della Santa Sede alla 16ª Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia. Progetti realizzati con le ceramiche dei brand Panariagroup, tra cui le punte di eccellenza Cotto d’Este, Lea Ceramiche e Panaria Ceramica, messe al servizio del design, dell’architettura e dell’ambiente.

---

Articolo pubblicato sul numero di marzo di ICON DESIGN