Credits: Code, la nuova cucina a isola disegnata da Michele Marcon per Snaidero
Credits: Genius Loci, la nuova cucina a isola di Valcucine
Credits: Genius Loci, la nuova cucina a isola di Valcucine
Credits: Code, la nuova cucina a isola disegnata da Michele Marcon per Snaidero
Credits: Mia, la nuova cucina a isola di Aran Cucine
Credits: Mia, la nuova cucina a isola di Aran Cucine
Storytelling

Tendenze: tornano le cucine a isola. Le tre più cool

Alessandro Mitola

Nel ultimi cinquanta anni la suddivisione degli ambienti domestici si è notevolmente ridotta, i confini tra soggiorno cucina e pranzo sono diminuiti progressivamente, fino a una completa dissoluzione. Tutto questo grazie allo stile di vita meno formale, che ha reso gli spazi più ospitali. Cucina e soggiorno dialogano in un ambiente open space, non solo per rispondere ai dettami volumetrici, ma soprattutto per creare calore e luminosità. In questo scenario, la cucina a isola è protagonista assoluta dello spazio abitativo.

Cucina come sinonimo di convivialità, qualità e culto della bellezza. Una tradizione italiana che l’azienda friulana Valcucine si impegna a raccontare con i suoi prodotti, pensati per accompagnare l’esperienza quotidiana in cucina, la sua gestualità e i suoi riti. Nuova arrivata in casa Valcucine è Genius Loci, una cucina a isola disegnata da Gabriele Centazzo che si rifà all’antico secretaire, dove il cassetto è protagonista assoluto. La fascia di cassetti integrata al piano di lavoro è declinata nelle versioni legno intarsiato e intagliato, marmo intarsiato e con finiture speciali in rame e bronzo anticato. Genius Loci è visibile presso lo shoowroom di Corso Giuseppe Garibaldi al numero 99 dove, per tutta la durata di EXPO 2015, sarà possibile visitare Tempting Art, un’installazione curata da Maurizio Galante & Tal Lancman che coinvolge 22 tra architetti, designer e creativi alle prese con il tema delle emozioni legate al cibo e alla convivialità

Code, la nuova cucina a isola disegnata da Michele Marcon per Snaidero, è un esempio di intelligenza ergonomica ispirato all’espressività del colore e alla naturale eleganza del legno. L’ambiente cucina si fonde con il living grazie a pareti attrezzate e composizioni freestanding: i moduli contenitori consentono di personalizzare gli spazi e rispondere alle diverse esigenze d’arredo. Code è una cucina versatile composta da alti pensili, armadi e ante che si aprono su capienti dispense e colonne che consentono di organizzare con rigore gli spazi e ospitare tutti gli strumenti necessari per la vita quotidiana.

Mia di Aran Cucine nasce per arredare gli ambienti e conferire eleganza all’ambiente domestico. È una cucina a isola lineare dallo stile moderno realizzata in melaminico, disponibile in diverse finiture lucide e opache, in legno e tranché, con una grande varietà di colori: bianco lucido, rovere scuro, grafite, ciliegio castiglia e frassino beige. Mia è segnata da un approccio progettuale dinamico e funzionale, dove la ricerca è basata sulle proporzioni, per individuare soluzioni d’arredo interamente customizzabili.



News
Il 9 luglio apre a Milano il Museo del Design 1880-1980
Products
In fibra di carbonio, la nuova bici si ispira al caccia F-117
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
I cinque articoli più letti del 2018

I cinque articoli più letti del 2018

Le nuove aperture tra design, arte e food; le novità in fatto di sedute, lampade e tavoli; le tendenze per l’arredo bagno. Ecco la classifica degli contenuti più letti durante l’anno
Museo Ferrari: raccontare il mito

Museo Ferrari: raccontare il mito

In occasione del 120° anniversario della nascita di Enzo Ferrari, il museo di Maranello presenta due mostre che ripercorrono la storia dell'azienda. Ma non solo: anche un restyling del museo firmato Benedetto Camerana
Flying Nest: l’hotel nomade firmato Ora-ïto

Flying Nest: l’hotel nomade firmato Ora-ïto

Nasce da un’idea del gruppo alberghiero francese AccorHotels, con il progetto del designer francese. Per montarlo basta mezza giornata
Arredare con il legno

Arredare con il legno

Tavoli, tavolini, sedie, sgabelli e molto altro. Da scoprire nel servizio fotografico di Jeremias Morandell con il set design di Martina Lucatelli
Riconsiderare il ruolo dell

Riconsiderare il ruolo dell'arte: Azulik Uh May

Nella giungla della penisola dello Yucatan, è nato uno spazio espositivo la cui architettura è stata modellata attorno agli alberi. Un luogo che invita a ribaltare gli schemi mentali, in tutti i campi