Deep Sea, la collezione progettata dal designer giapponese Oki Sato per Glas Italia
Deep Sea, la collezione progettata dal designer giapponese Oki Sato per Glas Italia
Isom, la serie di tavolini progettata dal designer tedesco Sebastian Scherer
Isom, il tavolino progettato dal designer tedesco Sebastian Scherer
La seduta appartenente alla serie Man Machine progettata Konstanin Grcic
La cassapanca appartenente alla serie Man Machine progettata Konstanin Grcic
Il tavolino rotondo appartenente alla serie Man Machina progettata Konstanin Grcic
Il tavolino appartenente alla serie Man Machine progettata Konstanin Grcic
La Scala del Cielo, la mensola progettata dal trio milanese De Pas, D'Urbino e Lomazzi per Tonelli
Diapositive, la serie progettata dai fratelli francesi Ronan e Erwan Bouroullec per Glas Italia
Diapositive, la serie progettata dai fratelli francesi Ronan e Erwan Bouroullec per Glas Italia
Diapositive, la serie progettata dai fratelli francesi Ronan e Erwan Bouroullec per Glas Italia
Storytelling

Vetro: 5 progetti firmati dai più importanti progettisti

Alessandro Mitola

Fragile e resistente al tempo stesso, il vetro è tra i materiali più antichi inventati dall'uomo. Celebre per la sua lucidezza e versatilità, rappresenta da sempre un campo di indagine nel lavoro dei designer, accompagnato dalla maestria e dalle tecniche artigianali dei più importanti vetrai. Ecco cinque progetti dove il cristallo è protagonista e assume grazie alle nuove tecnologie colorazioni e gradienti raffinati.

Deep Sea è la collezione progettata dal designer giapponese Oki Sato per Glas Italia, azienda leader nella manipolazione del vetro. La serie comprende una libreria e tavoli bassi in cristallo trasparente stratificato e termosaldato. La particolarità di Deep Sea è la gradualità con cui si sviluppa il colore su ogni lastra, proprio come un fondale marino; elemento accentuato anche grazie alla distanza tra i vari ripiani che compongono la libreria. Il risultato è un complemento trasparente dotato di forte profondità che mantiene invariata l’originale leggerezza del vetro.

Progettata dal designer tedesco Sebastian Scherer, Isom è una serie di tavolini componibili realizzata con lastre in vetro da 10 millimetri nelle varianti colore vetro blu, verde, grigio e bronzo, ognuna con un top a forma esagonale. La base di ogni tavolino è costituita da pannelli in verticali, che creano inaspettate tridimensionalità e illusioni ottiche, a seconda del punto di vista.

Konstanin Grcic, uno dei più apprezzati designer contemporanei, esplora il vetro applicato al forniture design, marcando il rapporto tra leggerezza, meccanica umana e funzionalità. La serie Man Machine, realizzata per la parigina Galerie Kreo, prende vita grazie alla collaborazione con uno dei più antichi laboratori vetrai di Francoforte, fondato nel 1829. La serie rende omaggio all’album del 1978 prodotto dai Kraftwerk e comprende una libreria, una sedia, due tavoli, un armadietto verticale, cassapanche singole e doppie, tutte rigorosamente realizzate in vetro combinato con elementi come manovelle, cerniere, manopole e pistoni.

La Scala del Cielo è un progetto firmato dal trio milanese De Pas, D'Urbino e Lomazzi nel 1988 per Tonelli. Si tratta di una scala a 5 gradini che svolge una duplice funzione di mensola portaoggetti ed elemento decorativo. È una struttura in vetro essenziale dalle linee geometriche che può sostenere fino a un massimo di 5 chili.

Diapositive, progetto firmato dai fratelli francesi Ronan e Erwan Bouroullec per Glas Italia, si compone di due scrivanie e due sedute realizzate in vetro. I pannelli, i cui bordi sono protetti da parallelepipedi in legno, si siedono ad angolo retto tra loro per formare i complementi, prodotti dall’azienda nelle palette colore grigio chiaro e scuro, rosa, arancio e trasparente.

Products
5 oggetti di stile legati al mondo del surf
News
Miami: 100 anni di architettura all'Art Déco District
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Milano Design Film Festival 2019: un po’ di anticipazioni

Milano Design Film Festival 2019: un po’ di anticipazioni

Il mondo del progetto torna sul grande schermo. Dal 24 al 27 con la settima edizione della rassegna cinematografica ideata da Antonella Dedini e Silvia Robertazzi
Tra passato e futuro: Tbilisi e l

Tra passato e futuro: Tbilisi e l'architettura

La capitale delle Georgia è in piena trasformazione. E a rappresentare il volto sfaccettato della città è un mix architettonico in cui convivono edifici sovietici, architetture contemporanee e abitazioni tradizionali. Abbiamo fatto un giro tra i suoi landmark architettonici
Un rifugio in alta quota, in Norvegia

Un rifugio in alta quota, in Norvegia

A 1125 metri di altitudine, un’architettura in legno e vetro in grado di resistere alle condizioni climatiche più ostili. A firmarla lo studio di progettazione Arkitektvaerelset
Organizzare il vino: 10 portabottiglie di design

Organizzare il vino: 10 portabottiglie di design

Creare un angolo della casa dedicato alle bottiglie di vino può essere molto elegante: ecco qualche portabottiglie per dare forma a una piccola cantina di design
Scrigno Mollino

Scrigno Mollino

Tagli, ritagli e frattaglie degli archivi torinesi che custodiscono i tesori creativi di uno dei più visionari e misteriosi architetti italiani del Novecento